KICK BOXING

COS’È LA KICK BOXING

È un’arte marziale, uno sport da combattimento completo che può combinare i potenti calci caratteristici del Karate con il lavoro manuale e l’agilità tipici del pugilato e della Muay Thai e, a seconda dello stile, può comprendere anche attacchi con le ginocchia, colpi con i gomiti, headbutting, takedown e lanci.

 

È una disciplina varia e completa che racchiude una vasta gamma di colpi di offesa e di meccanismi di difesa.

Continue reading KICK BOXING

yokkao

A gennaio 2019 in occasione della decima edizione di Thai Boxe Mania avremo l’opportunità di rivedere sul ring torinese il grande campione thailandese Saenchai combattere per YOKKAO, ma…cos’è YOKKAO?

Quello che oggi è un importante ed affermato team di fighters, nel 2010 era semplicemente la YOKKAO Boxing Ltd un’attività che produceva rigorosamente a mano e con prodotti e pelli di alta qualità pantaloncini ed attrezzature per gli atleti Muay Thai.

Nell’anno successivo la società dà vita al team Yokkao avvalendosi dei migliori combattenti di Muay Thai al mondo e iniziando a collaborare con i più importanti siti di allenamento thailandesi che ben presto vengono riconosciuti come le migliori palestre Muay Thai in Thailandia.

Ma l’attività di produzione materiali non si ferma!

Yokkao BoxingLtd collabora con vari ex fighters al fine di migliorare sempre di più i suoi prodotti sia dal punto di vista della qualità che dell’estetica e lancia un’idea tanto semplice quanto innovativa e vincente destinata a diventare in breve tempo un vero e proprio brand indossato dai migliori combattenti Muay Thai al mondo:

i guantoni con la rappresentazione della bandiera thailandesesul dorso.

Per Yokkao arriva il momento di uscire dai confini della Thailandia:

la prima volta che i suoi atleti arrivano in Europa è nel 2011 in occasione del “Muay Thai Combat Fan Expo”in cui Saenchai & C. lottano, incontrano i fans e mostrano le loro tecniche ed abilità nelle sessioni di sparring superando ogni record di presenze per una manifestazione europea di Muay Thai.

Visto il grande successo ottenuto oltre i confini thailandesi, Yokkao allarga i suoi progetti e li espande in tutto il mondo fondando centri di formazione e palestre professionali anche in altre nazioni in cui inizia ad organizzare seminari tenuti dai suoi migliori atleti infrangendo ogni volta i record di presenze.

Annuncia il primo Yokkao Extreme: il più grande evento Thai e K-1 mai avvenuto prima e diventa una vera istituzione nel mondo della Muay Thai.

Lancia il “Muay Thai Combat Mania Yokkao”che porta questo affascinante sport in Corea, Inghilterra e Cina ed istituisce il Titolo Mondiale Yokkaonei 65 e 70 Kg, continua ad organizzare seminari in giro per il mondo ed arriva in Gran Bretagna e USA, ma non dimentica quella che è la sua attività di origine e prosegue con lo studio di nuovi materiali e nuovi design per realizzare shorts e il resto delle attrezzature.

Nel 2015 viene inaugurato in Australia il primo negozio Yokkao ufficiale e viene aperta la nuova sede della fabbrica a Bangkok puntando sempre sul “fatto a mano” da artigiani professionisti.

Il successo dei seminari Yokkao non si ferma e dopo gli Stati Uniti Saenchai& C. arrivano ad Hong Kong e poi in Sud America a Rosario in Argentina.

Dopo un lungo periodo di monitoraggio da parte dei migliori nel settore, il Fight Teamsi arricchische di un importante componente: il fighter Manachai che entra ufficialmente a far parte del team Yokkao.

La ricerca di nuovi talenti da aiutare e seguire tramite i seminari per far sì che possano raggiungere livelli internazionali non si ferma: Yokkao è ormai presente in Australia, a New York, negli Stati Uniti, in Messico, in Cina, in Thailandia, in Argetina, in Ungheria, ad Hong Kong e in molti altri Paesi.

Nel 2016 arriva il momento di nuovi inserimenti nel team stellare: si tratta della prima donna Fahe del giovane Yodchai.

Yokkao non ha conquistato il mondo “solo” con l’organizzazione dei suoi eventi:

guantoni, parastinchi, borse, magliette ecc. utilizzati sia da atleti ai massimi livelli come Saenchai che dai bambini e dagli amatori di questa spettacolare disciplina sono tutti articoli che non hanno rivali e sono tutt’oggi realizzati completamente a mano e con materiali di altissima qualità in Thailandia da professionisti artigiani.

Yokkao arriverà in Italia con il suo atleta di maggior spessore Saenchai nel 2019 in occasione di Thai Boxe Mania…ci aspetta un match stellare!

Articolo correlato: ThaiBoxe Mania riporta in Italia Saenchai!

kick boxing femminile

Negli anni ’70, sia in Giappone che negli USA, si organizzavano combattimenti dove venivano fuse insieme le tecniche di pugno tipiche del pugilato con quelle di calcio del karate.

Tale disciplina veniva chiamata Full Contact Karate. Il Full Contact Karate dava modo, rispetto al Karate (dove il colpo si arrestava prima del contatto), di sperimentare fino in fondo l’efficacia delle tecniche di combattimento.

Nel 1974 si tenne a Los Angeles il primo Campionato del Mondo di “Full Contact Karate” e, in quegli stessi anni, le stesse persone che avevano organizzato il campionato a Los Angeles, fondarono la World Association of All Style Karate Organization (WAKO).

Nel 1980, per distinguere tale disciplina dal Full Contact Karate, che non prevedeva calci sopra la cintura, si decise di adottare il termine kickboxing. La sigla WAKO rimase, ma il nome cambiò in World Association of Kickboxing Organization.

Corsi di King boxing di Thai boxe Torino

Il Ju-Jitsu (Jitsu: arte o tecnica – Ju: dell’agilità, flessibilità, gentilezza, elasticità) è una tecnica la cui essenza risiede nella capacità di sfruttare le potenzialità del corpo e l’energia dell’avversario.

Si racconta che il Ju-Jitsu nacque grazie all’intuizione di un medico giapponese, Shirobei Akiyama, il quale, dopo una grande nevicata, notò che i rami degli alberi più robusti si spezzavano sotto il peso della neve, mentre quelli di un Salice, più esili, rimanevano intatti. Questi ultimi, infatti, erano in grado di flettersi, facendo così scivolare via la neve in eccesso.

Da questa osservazione nacque il principio di “non resistenza” che Akiyama, che era anche uno studioso di metodi di combattimento in Cina, applicò nella tecnica di combattimento che più tardi prese il nome di Jiu-Jitsu.

Filosofia

Oggigiorno il Jiu-Jitsu è molto più che una tecnica di difesa personale: esso è un’arte che Continue reading Brazilian jiu jitsu: la storia

La Muay Thai, Thai Boxe o Boxe Thailandese è uno sport da combattimento le cui origini risalgono a un’antica tecnica di lotta praticata dai guerrieri thailandesi in guerra (sia con le armi, sia senza).

Storia

Anche se la storia della Muay Thai non ha riferimenti attendibili, di sicuro quest’arte marziale viene attribuita al popolo Ao-Lai che usava questo tipo di combattimento per difendersi dalle popolazioni nemiche.

Si racconta che la Muay Thai abbia avuto origine nel tempio Continue reading Muay Thai: la storia

Il pugilato è uno sport antico, già praticato nell’antica Grecia e nell’antica Roma, ma solo nel 1700 iniziò a strutturarsi come sport in un’accezione più moderna sebbene ancora distante da come lo conosciamo oggi.

La diffusione del pugilato viene attribuita a James Figg, un pugile inglese del 1695, che fondò una propria scuola e organizzò campionati sia in Inghilterra che in Francia. Più tardi, nel 1734, il suo allievo Jack Broughton, scrisse le prime regole fondamentali del pugilato, chiamate “London Prize Ring rules” e introdusse l’uso dei guantoni da combattimento. Un altro importante contributo fu la sua tecnica del colpire e ritirarsi e del fermarsi e bloccare il colpo avversario, superando l’idea di combattimento violento e concentrandosi su uno stile più armonioso tra difesa ed attacco.

Nel corso degli anni si susseguirono diversi Continue reading Pugilato: la storia

I primi combattimenti senza regole, senza limiti di tempo e classi di peso risalgono al pancrazio, una disciplina introdotta dai greci nei Giochi Olimpici nel 648 A.C.. Nel pancrazio si combinavano pugilato e lotta.  Il regolamento consentiva l’uso di ogni tecnica, anche brutale e, proprio per questo, era molto difficile segnare il limite tra sport e disciplina bellica. Più tardi anche Roma introdusse nelle arene i giochi olimpici, che continuarono fino al 393 D.C., quando Teodosio I proibì i giochi.

Più tardi, dal 1920 in poi, una nuova forma di Ju Jitsu (Brazilian Ju Jitsu) iniziò a diffondersi in Brasile (vedi storia di Helios Gracie). In contemporanea si stava sviluppando un nuovo Continue reading MMA: la storia